Il 9 febbraio 2020 si è svolta a Putignano la prima delle sfilate della 626ª edizione del famoso Carnevale di Putignano, organizzata dalla Fondazione Carnevale.

Il Carnevale segue la Festa delle Propaggini e quella di Sant’Antonio Abate.

La novità di quest’edizione, voluta da Maurizio Verdolino, presidente del CdA della Fondazione Carnevale, è la mancanza di transenne che permette al pubblico di girovagare, di camminare tra questi stupendi colossi di cartapesta e tra i carri minori, forse rallentando purtroppo il corteo mascherato. Unico impedimento ad avvicinarsi ai carri è una barriera di persone che ha in mano una corda attorno al carro per assicurare maggiormente le norme di sicurezza richieste dalla Commissione Pubblico Spettacolo. Inoltre, la modifica del circuito della sfilata prevede due giri attorno all’estramurale della città.

Alla sfilata dei carri allegorici – enormi sculture di cartapesta, introdotte dalla metà del ‘900, si accompagnano spettacoli, concerti, balli, visite guidate, presentazioni di libri, eventi gastronomici e culturali ed il Museo Diffuso del Carnevale di Putignano.

Il tema di questa edizione del Carnevale di Putignano 2020 è ”La Terra vista dal Carnevale”; un viaggio nel nostro pianeta, nella bellezza della natura e la sensibilizzazione per salvaguardarla e tutelarla con l’ecosostenibilità, la biodiversità ed il futuro sostenibile. Per rafforzare questo concetto, ogni venerdì sarà possibile partecipare a conversazioni Four Fridays for Future sul futuro possibile.

Tra i tanti eventi in programma: domenica 9 febbraio: il concerto di Tullio De Piscopo, batterista, cantautore e percussionista; domenica 16 febbraio il duo comico Toti & Tata; domenica 23 febbraio Selton, band folk rock brasiliana; sabato 29 febbraio – la Pentolaccia – il concerto di Donatella Rettore.

I sette carri allegorici dei grandi maestri cartapestai di questa 626ª edizione sono:
*“Madre terra: l’ultimo paradiso terrestre” dell’associazione Carta bianca – una riflessione sull’intero ciclo della vita dove il grande occhio racchiuso nel triangolo rappresenta il sole e Dio spirituale;
*“ “L’apocalisse” dell’associazione Carta e colore – un cattivissimo joker suona all’organo una macabra sinfonia mentre la balena affiora da un mare di plasica;
*“ “Kaosecoista” dell’associazione Carta…pestando – un grande pupo raffigura la generosità della terra sfruttata, manipolata, defraudata dall’egoismo umano;
*“ “Casca la terra, tutti giù per terra!” dell’associazione Carteinregola – una strega bolle un intruglio malefico per distruggere il pianeta;
*“ “L’ultimo giro di giostra” dell’associazione Chiaro e Tondo – sensibilizzazione verso i nativi del Sudamerica contro la deforestazione;
*“ “…di domani non v’è certezza” dell’associazione Con le mani – un terribile mostro, l’uomo nero, incombe su un bambino seduto su un piccolo lembo di terra “violentata” dai disastri causati dall’inquinamento;
*“ “Codice rosso” dell’associazione La maschera – il pupo centrale, il dott. Coscienza, ha il ruolo di guarire e salvare la Terra dalla deforestazione e dal riscaldamento globale.
I carri del Carnevale di Putignano, come sempre, riassumono creatività, satira, ironia, goliardia, allegria ma anche cultura e tradizione.

Info delle sfilate dei Carri Allegorici:
*domenica 9 febbraio 2020 – ore 11:30
*domenica 16 febbraio 2020 – ore 11:30
*domenica 23 febbraio 2020 – ore 15:00
*martedì grasso 25 febbraio 2020 – ore 18:00

Grande Festa della Pentolaccia:
*sabato 29 febbraio 2020 – ore 19:00
Costi:
* Biglietto intero (da 14 a 64 anni): 10€
* Biglietto ridotto (over 65, accompagnatore disabile): 7€
* Biglietto serale (dalle ore 18:00): 6€
* Gratuito: bambini fino a 14 anni e disabili
* Convezioni scuole (su richiesta da inviare a info@carnevalediputignano.it): 6€

 
© Riproduzione Riservata
 
 

Commenti (2)


  1. belle diana


  2. Grazie Giovanni (Peiro)

Lascia un Commento