Nella cattedrale di San Sabino di Bari, anche quest’anno, tante persone hanno assistito all’affascinante e suggestivo momento in cui, grazie al Solstizio d’estate, i raggi del sole, che filtrano dal rosone, coincidono perfettamente con il disegno del rosone musivo sul pavimento a ridosso dell’altare.

Per questo magico evento è stata organizzata dalla parrocchia della Cattedrale e dal Capitolo Metropolitano Primaziale della città uno spettacolo nello spettacolo: alcune ballerine e figuranti hanno movimentato la parte della navata centrale dinanzi all’altare e infine con gesti eleganti hanno tolto il tessuto che ricopriva il rosone permettendo ai raggi del sole di colpirlo disegnandone i contorni in maniera precisa, grazie alla posizione verso l’Oriente in cui si trova la cattedrale di San Sabino, eretta nel XIII secolo.

Subito dopo questo magico momento, molti si sono divertiti a farsi fotografare quando ancora i raggi del sole si proiettavano nella navata centrale, anche se non più in maniera precisa sul rosone.

L’evento, che, come sempre, ha affascinato i baresi e i turisti, adulti e bambini, si è ripetuto alle ore 17.10 precise, nel momento in cui il cielo e la terra si sono congiunti creando questo suggestivo spettacolo. È l’inizio dell’estate e coincide con il giorno più lungo dell’anno nell’Emisfero Boreale, quando la declinazione massima del Sole rispetto all’asse terrestre e la sua massima altezza sull’orizzonte raggiungono lo Zenith sul Tropico del Cancro.

 
© Riproduzione Riservata
 

Commenti (5)


  1. bellissime e suggestive foto. Complimenti Diana!


  2. grazie mille Emanuela – molte difficoltà nel realizzarle e, poi, quell’alberello di ulivo …… uffì


  3. capisco le difficoltà, ma, per quello che vedo, credo proprio che ne sia valsa la pena!!!!


  4. Che straordinario ed insolito evento! Grazie, Diana, per averlo condiviso con le tue belle foto.


  5. @ Emanuela – sì ne è valsa la pena
    @ kris grazie a te :-)

Lascia un Commento