A San Giovanni Rotondo, domenica 26 novembre 2017, al termine della Solenne Concelebrazione Eucaristica delle ore 10:00, presieduta da mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, ha avuto luogo la traslazione delle spoglie mortali di San Pio da Pietrelcina dalla Chiesa superiore a lui intitolata (dove erano state già traslate per quest’occasione da quella inferiore) alla cripta di quella di Santa Maria delle Grazie, luogo che lo ha ospitato per 42 anni, dal 1968 al 2010.

Pertanto il corpo di San Pio, nella cripta della Chiesa di Santa Maria delle Grazie, (ultimata il 22 settembre 1968, vale a dire il giorno prima della sua morte terrena) sarà esposto alla pubblica venerazione, sempre all’interno di un’urna trasparente, fino a domenica 18 marzo 2018, quando sarà nuovamente traslato nella Chiesa inferiore a lui intitolata.

Tale traslazione è stata disposta dai relativi Frati Cappuccini per opportunità pastorali, tenendo conto delle difficoltà manifestate dai devoti pellegrini in questi ultimi anni e dell’impossibilità, in alcuni casi, di raggiungere nel periodo invernale il nuovo luogo di venerazione della reliquia del corpo di San Pio, a causa delle frequenti avversità delle condizioni meteorologiche.

Nella suddetta giornata domenicale, all’interno stessa Chiesa di Santa Maria delle Grazie, inaugurata il 1 luglio 1959, inoltre è stato possibile anche venerare per l’ultimo giorno la statua originale della Madonna pellegrina di Fatima, collocata a destra dell’arco trionfale, la quale il mattino seguente, alle ore 8:00, è ripartita alla volta del relativo Santuario portoghese.

Il presente fotoreportage si correda delle sottostanti sei immagini ritraenti:
il corpo di San Pio da Pietrelcina nella rispettiva Chiesa superiore prima della Santa Messa solenne in suo onore (foto n. 1);
un momento della Solenne Concelebrazione Eucaristica che ha preceduto la traslazione del santo frate cappuccino (foto n. 2);
l’uscita dell’urna col corpo di San Pio dalla stessa chiesa (foto n. 3);
un momento della sua traslazione verso il Santuario di Santa Maria delle Grazie (foto n. 4);
il suo ingresso nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie (foto n. 5);
il suo ritorno nella cripta in cui è stato tumulato nel 1968 (foto n. 6).

 
© Riproduzione Riservata
 

Nessun commento

Lascia un Commento