Il 15 novembre 2017 è ritornata a San Giovanni Rotondo per la seconda volta, dopo quella del 2007, la statua originale della Madonna pellegrina di Fatima che nell’agosto del 1959 fece visita, per la prima volta, a questa cittadina del Gargano ed al rispettivo convento cappuccino, allora abitato da San Pio da Pietrelcina il quale ottenne, per sua intercessione, una prodigiosa guarigione da una pleurite essudativa debilitante.

Lo storico evento religioso attuale è stato organizzato dai Frati Cappuccini del convento sangiovannese in sintonia con l’arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, mons. Michele Castoro, e d’intesa con il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, ponendosi in concomitanza col primo centenario delle apparizioni della Beata Vergine Maria nella suddetta località portoghese nonché al termine dell’anno di commemorazione dei 100 anni dall’arrivo di San Pio da Pietrelcina nella cittadina garganica e a poche settimane dall’inizio del 2018, anno del cinquantesimo anniversario della morte e del centesimo anniversario della stimmatizzazione permanente del santo frate cappuccino.

L’attesissimo arrivo a San Giovanni Rotondo della statua originale della Madonna pellegrina di Fatima è avvenuto a bordo di un elicottero, che nel primo pomeriggio della suddetta giornata novembrina ha dapprima sorvolato la cittadina e poi è atterrato, intorno alle ore 15, all’eliporto situato in Contrada Pozzo Cavo, dove il candido simulacro mariano, ricoperto da una teca in plexiglas e scortato da delegati del rispettivo santuario portoghese, è stato omaggiato dai Frati Cappuccini del santuario sangiovannese, dal suddetto arcivescovo diocesano e dalle autorità civili e militari locali.

Dopo essere stata caricata su un automezzo ad hoc, la statua mariana pellegrina ha fatto il suo ingresso in città, con un po’ di ritardo rispetto al previsto, attraversando l’intera Via Foggia e raggiungendo Piazza Padre Pio, nel cuore del centro, intorno alle ore 16:40. Il suo arrivo in questa piazza è stato oggetto di una notevole e calorosa accoglienza da parte della popolazione locale in festa che ha sventolato in segno di saluto numerosi fazzoletti bianchi, tra canti religiosi e preghiere, mentre, tra l’altro, iniziava proprio in quei momenti a scendere una leggera pioggia che non ha fatto desistere i partecipanti all’evento.

Subito dopo l’automezzo con il simulacro mariano ha proseguito il suo cammino fino a Piazza dei Martiri, su cui prospetta il Palazzo di Città (ex Convento di San Francesco d’Assisi). Durante la sosta in questo luogo, il sindaco sangiovannese, dott. Costanzo Cascavilla, ha dato il benvenuto alla Madonna pellegrina di Fatima ed al suo intervento ha fatto seguito quello di fr. Maurizio Placentino, Ministro Provinciale della Provincia Religiosa Cappuccina di Sant’Angelo e Padre Pio.

Al termine dei loro interventi, quando nel frattempo aveva anche smesso di piovere, la statua della Madonna pellegrina di Fatima, rimasta sul relativo automezzo durante la sosta, ha ripreso il proprio cammino da questa piazza in direzione ovest, sottoforma di una solenne e partecipatissima processione-fiaccolata che, in un armonioso alternarsi di preghiere e canti religiosi, ha attraversato tutta Piazza Europa e l’intero Viale Cappuccini, lungo i quali sono stati liberati verso il cielo numerosi palloni bianchi gonfiati con idrogeno dalle persone in attesa del venerato e candido simulacro mariano, il quale, verso la fine del suo cammino, ha raggiunto dapprima l’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, dove ha ricevuto l’omaggio degli ammalati ivi ricoverati oltre che dei dirigenti e del personale in servizio della struttura sanitaria, ed infine il Santuario di Santa Maria della Grazie, nella cui chiesa, inaugurata il 1 luglio 1959, la statua della Madonna pellegrina di Fatima è stata collocata a destra del presbiterio ed è stata omaggiata con una Solenne Concelebrazione Eucaristica, presieduta dal suddetto Ministro Provinciale cappuccino, e successivamente da un Rosario meditato, che ha avuto inizio alle ore 21.

Il presente fotoreportage si correda delle sottostanti sei immagini aventi per oggetto:
l’arrivo in Via Foggia della statua originale della Madonna pellegrina di Fatima diretta verso il centro cittadino di San Giovanni Rotondo (foto n. 1);
la medesima statua protetta da una teca di plexiglas (foto n. 2);
un momento della sua sosta in Piazza dei Martiri (foto n. 3);
la sosta dinanzi all’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza (foto n. 4);
un momento della Solenne Concelebrazione Eucaristica svoltasi nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie dopo l’ingresso della statua mariana pellegrina di Fatima, avvenuto al termine della relativa processione-fiaccolata (foto n. 5);
due manifesti di saluto e di benvenuto della Città di San Giovanni Rotondo e della sua Amministrazione Comunale alla Madonna di Fatima (foto n. 6).

 
© Riproduzione Riservata
 

Nessun commento

Lascia un Commento