Domenica 28 maggio 2017 si è svolta a Bari la manifestazione ”Race for the Cure” promossa dalla Susan G. Komen Italia, organizzazione basata sul volontariato, che opera dal 2000 su tutto il territorio nazionale, senza scopo di lucro con l’intento di promuovere la prevenzione, offrire supporto alle donne che si confrontano con il cancro, migliorare la qualità delle cure e potenziare le strutture cliniche”.

Per la città di Bari questo evento per combattere e sconfiggere i tumori al seno è molto importante e sentito. Infatti anche quest’anno il fiume rosa di migliaia di persone ha invaso per la corsa di 5 chilometri la zona della Prefettura, corso Vittorio Emanuele II, il lungomare Nazario Sauro, indietro al molo di Sant’Antonio, la Muraglia, piazza Massari e traguardo al teatro Piccinni; per la passeggiata di 2 chilometri il perimetro della città vecchia.

La manifestazione di tre giorni (26 – 27 e 28 maggio 2017) è stata ricca di iniziative che riguardavano la salute, il benessere e lo sport per ribadire quanto la prevenzione, soprattutto per le malattie tumorali, sia importante perché, come hanno testimoniato molte donne presenti, di tumore al seno si può guarire. Nella zona del Villaggio della salute – piazza Libertà – sono stati effettuati gratuitamente screening (visite, mammografie ed ecografie), consulti medici ed incontri sulla prevenzione, assistenza infermieristica, diagnosi, terapie, chirurgia, chirurgia plastica, oncologia, ginecologia e laboratori pratici e teorici di sana alimentazione. Nell’area espositiva c’erano stand e attività interattive per adulti e bambini, esibizioni di fitness, attività di relax, stage di diverse discipline sportive ed intrattenimento per le famiglie con attività interattive, ludiche e didattiche, musica e giochi.

Ha chiuso la tre giorni Komen, la festa per grandi e piccoli, la tradizionale “Race for the Cure” alla quale hanno partecipato anche il presidente della Komen Italia, prof. Riccardo Masetti, il presidente del comitato regionale della Susan G. Komen, prof. Vincenzo Lattanzio, la senologa Angela Maria Guerrieri, l’assessore all’Ambiente e allo Sport, Pietro Petruzzelli e la testimonial delle ”Donne in Rosa”, l’attrice Rosanna Banfi. Madrina della manifestazione, da sempre, è l’attrice Maria Grazia Cucinotta.

I vincitori – categoria maschi – della tradizionale minimaratona competitiva e amatoriale di 5 chilometri, partita alle 9.30 in una stupenda giornata di sole, sono stati Drame Fousseni, Vito Sardella e Michele Vino. Riconoscimenti e premi sono stati dati anche ai primi classificati nelle categorie donne, bambini e alle squadre più numerose. La perfetta organizzazione tecnica dell’undicesima edizione è stata curata da Rino Piepoli , volontario della Race for the Cure. Il costo della corsa era di 12 euro che la Susan G. Komen destinerà alla lotta al cancro.

Nello spazio sotto il palco dove si sono esibiti i Sounds Cool Choirs, le donne che stanno affrontando o hanno affrontato e vinto la battaglia contro il tumore del seno, che indossavano maglietta, berretto e pettorina rosa, hanno cantato, ballato e alle 11.30, hanno lasciato volare in cielo i palloncini rosa commuovendosi e abbracciandosi tra loro.

I prossimi appuntamenti del 2017 sono:
* Bologna – Giardini Margherita 22-23-24 settembre ’17
* Brescia – Piazza Paolo VI 6-7-8 ottobre ‘17

Info: www.racebari.it

 
© Riproduzione Riservata
 
 

Nessun commento

Lascia un Commento